COGMED: Working Memory Training

October 2, 2016

 

 

Che cosa è la memoria di lavoro?

La memoria di lavoro (ML) è un sistema di immagazzinamento temporaneo e di manipolazione delle informazioni, necessario per un’ampia gamma di compiti cognitivi. La ML consente di mantenere delle informazioni  nella mente per un breve periodo di tempo e contemporaneamente di riuscire ad usarle.

Baddeley & Logie  nel 1999, definivano la ML come comprendente “le componenti funzionali delle cognizioni che consentono all’essere umano di capire e rappresentarsi mentalmente l’ambiente intorno a lui, di mantenere informazioni circa le esperienze appena passate, di sostenere l’apprendimento di nuove conoscenze, di risolvere problemi, di formulare, collegare e mettere in atto mete attuali“.

 

Memoria di lavoro e apprendimenti

 

Risulta da subito chiara la stretta correlazione fra memoria di lavoro e apprendimento.  Alloway e Alloway (2010) hanno riscontrato che le abilità di ML in bambini prescolari sono i migliori predittori della letto-scrittura e del calcolo misurate 6 anni dopo.

La ML appare cruciale fin dall’età prescolare per imparare le sequenze o completare un puzzle in autonomia,  nella scuola primaria le implicazioni maggiori della memoria di lavoro si hanno nell’attività di comprensione del testo e di calcolo mentale; nella scuola secondaria di primo grado le abilità che coinvolgono la ML sono la soluzione di problemi e la gestione dei compiti pomeridiani in autonomia; alla scuola secondaria di secondo grado la ML è maggiormente coinvolta nei compiti di composizione di un testo, mentre all’università le implicazioni della ML si hanno nell’abilità di studiare per un esame, partecipare a lavori di gruppo e riuscire a stare concentrati durante la lezione. 

Una bassa ML può portare i bambini prescolari ad essere poco disponibili ad imparare, ad avere difficoltà a rimanere seduti per completare le attività in modo autonomo, in bambini e adolescenti  ad avere  difficoltà a capire ciò che si legge, problemi a memorizzare le tabelline, non riuscire a portare  a termine i compiti in autonomia, Incapacità a capire le parole chiave dei problemi, difficoltà a scrivere ordinato, testi scritti incoerenti la capacità di seguire una conversazione tra persone, in età adulta si può avere difficoltà  nella pianificazione delle attività giornaliere, nel  focalizzare l’attenzione e nel  resistere alla distrazione.

 

Cogmed Working Memory Training

 

Il Cogmed Working Memory Training è un programma scientificamente provato per aiutare i bambini, gli adolescenti e gli adulti a migliorare l’attenzione tramite un allenamento della loro memoria di lavoro

Vi sono diversi prodotti Cogmed, uno per ogni gruppo d'età.

· Cogmed JM (prescolare)

· Cogmed RM (età scolare)

· Cogmed QM (adulti)

 

Cosa mostrano le ricerche?

 

Cogmed Working Memory Training è scientificamente validato da studi clinici con gruppo di controllo pubblicati in affermate riviste scientifiche e sono in corso attualmente numerose ricerche in università americane. Questi studi controllati hanno dimostrato che, dopo avere completato il Cogmed Working Memory Training, l’80% dei partecipanti ha significativamente migliorato la loro abilità di concentrazione e l’abilità di usare il ragionamento complesso.

I genitori e gli insegnanti riferiscono miglior rendimento scolastico  e miglioramenti nella vita di tutti i giorni,  e nello specifico:

· nelle abilità sociali;

· nella capacità di ricordare le cose;

· nel portare a termine  i compiti in modo più autonomo

 

Come si svolge?

l Cogmed Working Memory Training è disponibile in tutto il mondo tramite una rete di professionisti qualificati  da Cogmed. Grazie alla formazione effettuata con la Dott.ssa Cristina Potente del Centro Leonardo di Genova, le psicologhe del nostro studio sono Cogmed Coach.

 

Il training si svolge da casa tramite una piattaforma (pc o tablet) che regola il livello di complessità per ciascun esercizio, in tempo reale, per garantire un allenamento sempre al massimo delle proprie possibilità. In più sono previsti dal clinico sessioni metacognitive di supporto al training.

 

 

 

Dott.ssa Lara Orsolini

Responsabile Studio Psicologia Pisa

347-7721111

laraorsolini@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonti:

Alloway T. P., e Alloway, R. G. (2010), Investigating the predictive roles of working memory and IQ in academic attainment, Journal of Experimental Child Psychology, 106(1), pp. 20-29.

Baddeley, A.D., & Logie, R.H. (1999). Working memory: The multiple-component model. In A. Miyake & P. Shah (Eds.), Models of working memory (pp. 28–61). New York: Cambridge University Press.

Gathercole, S.E., Pickering, S.J. (2000). Working memory deficits in children with low achievement in the national curriculum at 7 years of age. Br J Educ Psychol. 70 ( Pt 2), 177-94.

Klingberg, T., Fernell, E., Oleson, P.J., et al. (2005). Computerized training of working memory in children with ADHD – a randomized, controlled trial. Journal of the American Academy of Child & Adolescent Psychiatry. 44 (2), 77-186.

Martinussen, R., Hayden, J., Hogg-Johnson, S., et al. (2005). A meta-analysis of working memory impairments in children with attention-deficit/hyperactivity disorder. Journal of the American Academy of Child & Adolescent Psychiatry. 44 (4), 377-384.

Oleson, P.J., Westerberg, H., Klingberg, T. (2004). Increased prefrontal and parietal activity after training working memory. Nature Neuroscience. 7(1), 75-79.

Westerberg, H., Hirvikoski, T., Forssberg, H., et al. (2004). Visuo-spatial working memory pan: a sensitive measure of cognitive defects in children with ADHD. Child Neuropsychology. 10(3), 155-161.

http://www.centroleonardo-psicologia.net/cogmed.html

http://www.cogmed.com/italiano

 

 

.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

May 13, 2017

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square